Vademecum per gli studenti

cftIl Centro di Formazione Teologica per laici, secondo l’orientamento pastorale voluto dal Vescovo Mons. Bonanno, è lo strumento ecclesiale offerto alle parrocchie ed il naturale riferimento nella diocesi per:

  • la formazione dei catechisti
  • la preparazione ai ministeri istituiti
  • la preparazione al diaconato permanente
  • gli animatori Caritas
  • gli animatori liturgici
  • gli animatori della pastorale giovanile e oratoriale
  • gli animatori della comunicazione della cultura
  • gli operatori pastorali in genere

Non si tratta di formare specialisti nella ricerca, ma cristiani adulti che sappiano giudicare tutto con gli occhi della fede, ma anche con un adeguato “senso critico”. Sappiano cioè rendersi conto dei presupposti e delle implicazioni di ogni contenuto della propria fede, e delle situazioni o delle scelte in cui la Chiesa oggi è impegnata alla trasmissione della fede, imparino inoltre a dare adeguate espressioni e linguaggi a ciò che si crede, in modo da rendere comunicabile anche con la parola la testimonianza della propria vita di fede.

E’ possibile usufruire di tale servizio sia aderendo alle iniziative di formazione pastorale a livello foraniale (AMBITO PASTORALE) che approfondendo sistematicamente la Teologia, la Parola di Dio e la Dottrina della Chiesa secondo una peculiare accezione prettamente pastorale (AMBITO DIDATTICO).

L’ambito di formazione teologica del Centro, offre un iter curriculare di un triennio formativo, in cui viene garantito – conformemente all’Art 26 dello Statuto – un totale di almeno 300 crediti, secondo le indicazioni degli Orientamenti CEI, al termine del quale viene conferito il DIPLOMA DI FORMAZIONE TEOLOGICO-PASTORALE agli studenti ordinari che hanno espletato tutti i 24 esami prescritti e hanno consegnato l’elaborato finale; mentre viene consegnato soltanto l’ATTESTATO DI STUDI con esami sostenuti agli alunni che completato il triennio, non hanno concluso il prospetto organico e completo delle discipline. (cfr. Statuto della Scuola, Tit. 6 – Art. 26 e delibere Consiglio d’Istituto del 25/09/2012), fermo restando la possibilità di iscriversi come studenti ospiti, cioè coloro i quali hanno ottenuto dalla Direzione la facoltà di frequentare uno o più corsi, con facoltà o meno di sostenere i relativi esami (cfr. Art 21 dello Statuto).

Si fa presente che il titolo che viene rilasciato non abilita all’insegnamento. 

20131103_160839

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>